Share |

Il Santo del giorno

 

Marzo 2021

6 Gennaio

Nome: GASPARE, MELCHIORRE, BALDASSARRE

BALDASSARRE, GASPARE E MELCHIORRE

 

Secondo una tradizione molto antica ma discontinua, i saggi d’Oriente erano tre; l’idea che fossero dei re, esisteva già nel VI secolo; fu quasi certamente suggerita dal Salmo 71: “I re di Tar-sis e delle isole porteranno offerte” (Sal.71 n.10). Le loro presunte spoglie si trovano in un magnifico reliquiario medioevale nella cattedrale di Colonia (Germania). Nell’arte sono raffigurati come tre re di età e razze differenti, che portano in mano dei doni. L’episodio dell’adorazione dei Magi è raccontato dal solo evangelista Matteo (2, 1-12). Durante il regno del re Erode il Grande, alcuni Magi vennero dall’Oriente a Gerusalemme, guidati da una stella apparsa in cielo, per chiedere dove era il nato re dei Giudei. La loro domanda determinò, sia in Erode sia nella popolazione, scalpore e timore. Consultati i sommi sacerdoti ed il Sinedrio, fu indicata Betlemme come la città ove il Cristo doveva nascere, basandosi sul passo di Michea (5, 1-2). Sulla strada di Betlemme il riapparire della stella suscitò grande gioia, perché essa precedette i Magi fino alla casa dove era il Bambino. Quivi lo videro “con Maria la sua madre e, prostrati, l’adorarono; aperti i loro forzieri gli presentarono doni: oro, incenso, mirra. Essendo poi stati avvertiti in sogno di non ripassare da Erode, per un’altra via ritornarono ai loro paesi” (Mt 2,11-12). Probabilmente costituivano una casta sacerdotale o di sapienti, ispirantesi alla dottrina religiosa di Zoroastro. Il segno miracoloso fu compreso perché questi uomini, dediti allo studio degli astri, avevano anche una conoscenza religiosa e attendevano un rinnovamento delle sorti del mondo. Dal secolo IX in poi nel mondo europeo si andò formando la tradizione che i Magi fossero “tre re” simboleggianti le tre razze umane: Melchiorre (discendente da Cam), Baldassarre (da Sem), Gaspare (da Iaphet), cioè le razze africana, asiatica ed europea o le tre età dell’uomo: la giovinezza (Gaspare), la maturità (Baldassarre), la vecchiaia (Melchiorre).