Share |

Il Santo del giorno

 

Aprile 2021
LU MA ME GIO VE SA DO
    1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

19 Marzo

Nome: GIUSEPPE

S.GIUSEPPE
Sposo della Vergine Maria

 

Lo sposalizio di Giuseppe con Maria – risulta chiaramente dai Vangeli di Matteo (1,18-25) e di Luca (1,26-38) – è unione purissima nella carità di Dio e nella verginità consacrata a Dio solo. “Non conosco uomo” – dice Maria all’Angelo che le annuncia che sarebbe diventata Madre del Figlio di Dio, con un’affermazione che intende dire: “E non intendo conoscerlo”. Ma l’Angelo dice a Giuseppe “Non temere di prendere con te, Maria, tua sposa, perché ciò che è nato in lei e opera dello Spirito Santo”. Tutta la tradizione della Chiesa afferma la perpetua verginità di Maria e di Giuseppe, suo castissimo Sposo. Papa Giovanni Paolo II spiega mirabilmente nella lettera “Redemptoris custos” il rapporto con Gesù. Giuseppe è padre putativo di Gesù: lui lo inserisce nel suo popolo; insieme a Maria lo accoglie nel suo ingresso nel mondo a Betlemme; lo porge all’adorazione dei pastori e dei magi, lo presenta al tempio, lo accompagna e lo pro-tegge nella fuga e nel soggiorno in Egitto quando Erode attenta alla sua vita, lo aiuta a crescere nella casa di Nazareth, gli insegna il lavoro, lo serve in ogni istante, sino al concludersi della sua giornata terrena, in silenzio. Non c’è una parola di Giuseppe, riportata dai Vangeli, ma la comunicazione del Padre in quel Nome che è al di sopra di ogni altro nome. “Tu lo chiamerai Gesù, perché egli salverà il suo popolo dai suoi peccati” (Mt 1,21) noi sentiamo il comando del Padre che indica a Giuseppe quale nome dare a quel Figlio singolare che dovrà custodire con la Madre sua (Mt 1,25). Dunque, una grande Parola, Giuseppe l’ha detta e ripetuta: Gesù. Quante volte, dopo avergli imposto quel nome dolcissimo, egli lo avrà chiamato per nome: Gesù, Gesù, Gesù… Giuseppe appare nel silenzio uomo di straordinaria grandezza: è vissuto e si è consumato nell’obbedienza a Dio Padre e allo Spirito Santo; ha proclamato una sola parola, l’unica che occorre dire all’uomo, perché tutti siano salvi: “Gesù”.