Share |

Il Santo del giorno

 

Maggio 2020

8 Aprile

Nome: GUALTIERO

S. GUALTIERO di PONTOISE (o Walter)
Abate († 1099)

 

Il nome di Gualtiero più frequente è il nome di Walter. Con tutto ciò, resta un po’ strano l’uso di nomi stranieri che hanno un legittimo, e spesso bellissimo, equivalente italiano. A volerlo tradurre, il nome di Gualtiero (o di Walter) significherebbe “comandante di esercito”, o qualcosa di simile. Il nome di Gualtiero non è raro tra i Santi e tra i Beati. Ce ne sono almeno sei: da un Gualtiero cavaliere crociato in Terrasanta, a un Gualtiero da Lodi venerato nella cattedrale della città lombarda. Il Gualtiero ricor-dato l’8 aprile è probabilmente il più importante nella storia della santità. Viene indicato come Gualtiero di Pontoise, perché, nato in Francia, nella Piccardia, agli inizi del XI secolo, fu il primo superiore dell’Abbazia di Pontoise, da poco fondata. Protettore di quell’Abbazia era lo stesso Re di Francia, Filippo I, e proprio l’ingerenza del sovrano, non soltanto nei confronti dell’Abbazia di Pontoise, ma in generale nelle cose della Chiesa, portò l’Abate Gualtiero a partecipare alla cosiddetta lotta per le investiture, tra il Papato da una parte e l’Imperatore germanico e i sovrani europei dall’altra.
Il Papa Gregorio VII, cioè il massimo campione di quella lotta, dovette intervenire nei confronti di San Gualtiero, per porre fine ad una strana abitudine dell’Abate di Pontoise. Più volte infatti Gualtiero, agitato da dubbi e turbato nella coscienza, aveva lasciato la guida dell’Abbazia, nascondendosi nei luoghi più impensati. Il Pontefice rimproverò all’Abate la sua eccessiva umiltà, e gli impose di restare fermamente alla testa della sua Abbazia, minacciandolo di scomunica se avesse di nuovo disertato. Guarito dagli scrupoli e piegandosi all’obbedienza, San Gualtiero restò da allora Abate fermo e autorevole di Pontoise, finché la morte non venne a dargli il cambio, in tarda età nel 1099.