Share |

Il Santo del giorno

 

Luglio 2022

24 Maggio

Nome: MARIA

BEATA VERGINE MARIA,
AIUTO DEI CRISTIANI

 

Nell’intreccio delle vicende umane, il popolo cristiano ha sperimentato più volte nella storia l’aiuto concreto della Vergine Maria, soprattutto in momenti particolarmente difficili per la vita della Chiesa. Ne è scaturita la consuetudine di invocare la Madre di Dio anche con il titolo di “Aiuto dei cristiani”. La data della festa è stata fissata al 24 maggio, giorno in cui il Papa Pio VII, miracolosamente liberato dalla sua prigione, fece ritorno a Roma nel 1814. San Giovanni Bosco vide nell’invocazione “Aiuto dei cristiani” una sintesi stupenda del mistero della beata Vergine nel piano della salvezza operante nella Chiesa, tanto da scrivere: “.... un’esperienza di diciotto secoli ci fa ve-dere in modo luminosissimo che Maria ha continuato dal cielo e col più gran successo la missione di madre della Chiesa ed ausiliatrice dei cristiani che aveva incominciato sulla terra” (Meraviglie della Madre di Dio, 1868, p.45). Fedele allo spirito e alla missione di Don Bosco, la Famiglia salesiana si lascia guidare e sostenere dalla presenza materna della Vergine per una sempre più piena donazione al Signore e per testimoniare l’amore di Dio ai giovani. Il Concilio Vaticano II ha riconosciuto che Maria “con la sua materna carità si prende cura dei fratelli del Figlio suo ancora peregrinanti e posti in mezzo a pericoli e affanni, fino a che siano condotti alla patria beata. Per questo la Vergine è invocata nella Chiesa con i titoli di Avvocata, Ausiliatrice, Soccorritrice, Mediatrice” (Lumen Gentium, n.62). Quale Patrona principale della Famiglia Salesiana e Maestra di sapienza, essa aiuta ad amare come Don Bosco amava; quale modello di carità pastorale, essa risplende come stella nel lavoro di evangelizzazione e promozione umana. In questa linea i testi sono anche un gioiosa canto di lode alla Vergine Maria perché: - quale “umile... serva” del Signore e “modello di ogni virtù, ha risposto pienamente al (suo) disegno di amore, cooperando, con l’obbedienza della fede e la carità ardente, all’opera di Cristo... Salvatore” (Prefazio).