Share |

Il Santo del giorno

 

Dicembre 2022

9 Settembre

Nome: FEDERICO

Beato FEDERICO OZANAM
Laico cristiano (1813-1853)

 

Era un giovane fragile, ma distinto, ardente, coltissimo, un vero genio. Nacque a Milano, il 23 aprile 1823, figlio di un medico militare francese. Ritornato a Lione, la sua città d’origine, vi compì brillantemente gli studi superiori, acquisendo dai suoi genitori i doni della fede, dell’amore ai poveri, di una forte cultura cristiana. Percorso da una viva vena poetica, poliglotta prima dei vent’anni, innamorato di Cristo, come un martire antico, completò gli studi alla Sorbona di Parigi, laureandosi in diritto, lettere e filosofia. In mezzo a compagni atei o indifferenti, insieme ad amici credenti dimostrò la bellezza, la verità e la superiorità del Cattolicesimo, con i dibattiti, e con la fondazione delle “Conferenze di S. Vincenzo de’ Paoli”, che assistevano i poveri a domicilio. Rapidamente, le “Conferenze” si diffusero in Francia, in Europa e nelle Americhe, come un contagio di carità.

9 Settembre

Nome: PIETRO

S. PIETRO CLAVER
Religioso (1580-1654)

 

Professore universitario alla Sorbona, a soli 26 anni (il più giovane d’Europa in quel tempo), Federico Ozanam vi esplicò un magistero eccezionale di pensiero, di storia e di fede, dimostrando con le sue lezioni appassionate e i suoi libri, come il Cristianesimo abbia formato la civiltà in Europa e dato origine alla stessa civilizzazione del mondo, mentre si occupava di istruire le genti sulle vie di Dio. Osteggiato da alcuni e amato da allievi e da colleghi, che ne apprezzavano la cultura e la fede ardente, nei brevi anni del suo insegnamento, ebbe un’influenza grandissima sulle anime dei migliori spiriti del suo tempo, stimato dai politici e dagli stessi Pontefici Gregorio XVI e Pio IX che vol-lero incontrarlo. Sposo e padre di famiglia, visse il matrimonio in santità di vita, di esempio a tutti nella pratica delle virtù cristiane. Consumato dall’ardore, dallo studio, dall’insegnamento e dalla carità, morì a soli 40 anni, l’8 settembre 1853. E’ stato beatificato dal Papa Giovanni Paolo II il 22 agosto 1997, durante la giornata della gioventù. Sulla sua tomba è scritto: “Trascinatore dei giovani nella milizia di Cristo”.