Share |

L'Associazione

L’ “Opera Salesiana Del Sacro Cuore” è stata costituita ufficialmente il 28 febbraio 1995,   ma affonda le sue radici nella spiritualità di Don Antonio Gavinelli (1885-1968), sacerdote salesiano che nel 1930 fu incaricato di ricostruire il Tempio del Sacro Cuore di Bologna, crollato per la mancanza di fondamenta. La sua genialità, ma soprattutto la sua fede gli fece prendere coscienza che il vero tempio da costruire era la devozione al Sacro Cuore nel profondo della coscienza dei cristiani, non solo di Bologna, ma dell’Italia.

L’Eucaristia

Anticipando le luminose scelte del Concilio Vaticano II incentrò la devozione al Sacro Cuore nell’Eucaristia celebrata nel mistero della Santa Messa e vissuta nella testimonianza di una  vita eucaristica: solidale con i più poveri, impegnata a formare solide comunità cristiane, profondamente impegnata nell’educazione dei giovani secondo il metodo di San Giovanni Bosco.
Il legame che chiedeva agli associati era quello di una intensa vita cristiana da lui alimentata con l’invio mensile di un bollettino ricco di riflessioni e di impegni.

La Rivista «Sacro Cuore»

Oggi l’Associazione raggiunge decine di migliaia di persone  in Italia ma anche nei Paesi dove sono “migrate” molte famiglie alla ricerca del lavoro e portando con sé il grande dono della fede e della devozione al Cuore di Gesù.
La rivista «Sacro Cuore» con la sua cadenza mensile continua ad alimentare la fede, la devozione al Cuore Eucaristico di Cristo, l’impegno educativo dei genitori, l’attenzione ai problemi etici di una società complessa, l’apertura solidale al mondo intero sostenendo l’impegno di evangelizzazione e le opere dei missionari.

La preghiera

L’Associazione coinvolge nella preghiera sia le persone che sotto il peso delle vicende umane invocano l’aiuto del Signore, sia coloro che arricchiti dalla fede sono in grado di offrire a chi ne ha bisogno preghiere e solidarietà spirituale. Si è formata così una rete di persone che pregano le une per le altre e che tutte le mattine alle ore 8, quando viene celebrata l’Eucaristia all’altare del Sacro Cuore si uniscono spiritualmente in preghiera, da tutta l’Italia, da molti conventi, ma anche dall’estero, Sono migliaia di persone che non si conoscono tra di loro, ma condividono la fiducia nell’Amore Misericordioso di Gesù.
È una ricchezza incredibile della quale anche tu puoi approfittare semplicemente unendoti a noi nella preghiera, versando nel Cuore di Gesù il tuo lavoro,  i tuoi sacrifici, il tuo amore, e prelevando tutto quello che ti serve per la vita e per il tuo cammino di santità.  Paghi uno e prendi… l’infinito!
Riteniamo che questa sia la forma più profonda e sicura di comunione che possiamo stabilire tra di noi al di sopra del tempo e dello spazio. L’invocazione che ti suggeriamo di seminare con abbondanza nella tua giornata e che riempie di pace nel profondo è «Gesù, Amore Misericordioso, io confido in te!»

Il Santuario del Sacro Cuore

Nel Santuario, in Via Matteotti 25 a Bologna, a poche centinaia di metri dalla Stazione ferroviaria, c’è la possibilità di partecipare alla vita parrocchiale, alla celebrazione dell’Eucaristia, al Sacramento della Riconciliazione e anche di incontrare il Direttore dell’Opera e i suoi collaboratori.

La celebrazione di Sante Messe

Un servizio molto importante, offerto dall’Associazione, è quello di essere disponibili ad accogliere la richiesta di celebrare Sante Messe per i vivi e per i defunti. Il contatto con i numerosi missionari salesiani sparsi in 132 Nazioni  rende possibile questo servizio che raggiunge così anche l’obiettivo della solidarietà con i più poveri. Infatti le offerte delle Sante Messe vengono trasferite ai missionari che oltre a pregare per gli offerenti con la celebrazione dell’Eucaristia richiesta, possono utilizzare le offerte per l’aiuto concreto allo sviluppo dei Paesi Poveri.

Statuto dell'Associazione Opera Salesiana Sacro Cuore