Share |

Rete di preghiera

Ti invito ad entrare nella «rete di persone che pregano le une per le altre»: tutte le mattine alle ore 8, quando viene celebrata l’Eucaristia all’altare del Sacro Cuore nel Santuario di Bologna, si uniscono spiritualmente in preghiera da tutta l’Italia, da molti conventi, anche dall’estero, migliaia di persone, che non si conoscono tra di loro, ma condividono la fiducia nell’Amore Misericordioso di Gesù,  e pregano gli uni per gli altri. Leggi tutto
È una ricchezza incredibile della quale anche tu puoi approfittare semplicemente unendoti a noi nella preghiera, versando nel Cuore di Gesù il tuo lavoro,  i tuoi sacrifici, il tuo amore, mettendoli a disposizione di Gesù, e contemporaneamente prelevando tutto quello che ti serve per la vita e per il tuo cammino di santità.  Paghi uno e prendi… l’infinito!
Questa è la forma più profonda e sicura di comunione che possiamo stabilire tra di noi al di sopra del tempo e dello spazio. Sono sicuro che anche tu d’ora in poi non mancherai di unirti a noi spiritualmente alle ore 8 di ogni giorno.

La rete di persone che pregano le une per le altre va crescendo di numero e di intensità: molti conventi di suore ci hanno garantito il loro ricordo quotidiano.
L’appuntamento delle ore 8 del mattino nell’Eucaristia celebrata all’altare del Sacro Cuore nel nostro Santuario è ora il centro di convergenza di chi offre la propria preghiera e di chi chiede insistentemente di essere ricordato.
Le richieste sono numerose e a volte angoscianti: per aver la forza di affrontare i mille problemi della vita, per dare speranza al cuore che sanguina di dolore  per la morte delle persone care, per le separazioni, per l’ateismo dei figli, per la perdita del lavoro, per le ingiustizie sociali che colpiscono i più deboli, i poveri, gli immigrati.
La nostra attività sacerdotale si è arricchita e affinata nel dialogo con voi, nell’accogliere nel cuore i pesanti fardelli che la vita vi chiede di portare, nel condividere la fiducia nel Sacro Cuore e soprattutto nel rappresentarvi ogni mattina alle ore 8 nell’Eucaristia. E’ un momento importante perché decine di migliaia di persone si uniscono spiritualmente offrendo la loro preghiera, il loro lavoro, le loro sofferenze, la speranza, la fede, l’amore. Sono già ottanta anni, da quando iniziò Don Antonio Gavinelli, che ogni giorno viene celebrata questa Eucaristia che noi chiamiamo appunto “quotidiana e perpetua” e che dedichiamo a tutte le persone, vive o defunte che chiedono di essere iscritte. Un legame spirituale indispensabile.

PREGHIAMO
Padre misericordioso, ricordati dei vivi e dei defunti che confidano nel Cuore di Gesù, ricco di bontà infinita. Accogli le preghiere e l’offerta della vita di tutte le persone che, in quest’ora, da tutto il mondo, si uniscono spiritualmente alla nostra celebrazione eucaristica, per ricevere da Te luce, conforto e amore.
Per lo stesso Cristo nostro Signore. Amen