Share |

Il Santo del giorno

 

Novembre 2021
LU MA ME GIO VE SA DO
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930     

15 Ottobre

Nome: TERESA

S.ta TERESA D’AVILA
Vergine e Dottore della Chiesa (1515-1582)

 

Da nobile famiglia, il 28 marzo 1515, nacque ad Avila (Spagna) Teresa de Cepeda Y de Ahumada. Ancor giovanissima, entrò nel Carmelo dove si consacrò a Dio, ma per un certo periodo visse senza particolari slanci. L’osservanza del monastero della sua città, dove ella viveva, era a quel tempo, assai mitigata... Quando una luce più intensa e un amore più ardente a Cristo investirono l’anima di Teresa, - che, per un dono singolare di Dio, aveva visto il suo posto all’inferno, qualora non fosse passata a vita più fervorosa - iniziò, con passione la riforma del Carmelo, per riportarlo alla Regola primitiva. Nonostante le difficoltà, aiutata da fra Giovanni della Croce (futuro santo, come lei) e sostenuta da particolare doni mistici - Gesù che le parlava a la ispirava direttamente - Teresa diventò la grande riformatrice del Carmelo, con una dottrina eccezionale, con coraggio virile, la capacità di amare e di donarsi di una spagnola dal cuore ardente. A lei si deve la fondazione di numerosi monasteri riformati in Spagna e subito dopo, anche all’estero, dove la “riforma teresiana” presto si diffuse. Nel medesimo tempo, Teresa veniva illuminata da mirabili colloqui con Gesù stesso, che le fece percorrere, direttamente e attraverso buoni maestri di spirito le vie più alte della contemplazione e della santità.
Alla luce che invadeva la sua anima, si deve la composizione dei suoi scritti, quali “Il cammino della perfezione”, “Le fondazioni”, “Il Libro della sua vita”, il “Castello interiore” e infine la raccolta delle sue “Lettere” e “Le poesie”, opere cariche di luminosa dottrina utile tutt’oggi alla guida e alla santificazione delle anime. Insegnò anche a educare lo sguardo nel contemplare il Volto di Cristo. Donna di ricca umanità trasfigurata dalla Grazia, era dotata di buon senso, di carattere simpatico, gioviale e tenace, capace di adattarsi alle circostanze e di superarle con coraggio, letizia e organizzazione. E’ maestra di verità e di amore nel cammino verso la santità, per religiosi e laici. Tornata a Dio, il 15 ottobre 1582, è stata canonizzata da Gregorio XV nel 1622 e proclamata dottore della Chiesa da Paolo VI nel 1970.