Share |

Il Santo del giorno

 

Maggio 2020

18 Aprile

Nome: ELEUTERIO

S. ELEUTERIO
Vescovo Martire (sec.II)

 

Dietro questo nome c’è il culto di un Santo locale, Sant’Eleuterio, oggi festeggiato, insieme con la madre Anzia. Si tratta infatti di due martiri di Messina, anche se i loro nomi li dicono di origine greca, e se la storia della loro vita li fa romani di nascita e di educazione. Anzia, matrona romana, sarebbe stata convertita dallo stesso San Paolo, e a sua volta educò alla fede cristiana il proprio figlio, che affidò poi, giovanissimo, a uno dei primi Vescovi di Roma, Sant’Anacleto. Maturato negli anni, e soprattutto nella saggezza, Eleuterio venne consacrato anch’egli Vescovo, destinato a evangelizzare l’Illiria, l’odierna Dalmazia. La madre lo seguì nell’apostolica peregrinazione, interrotta dagli inviati dell’Imperatore Adriano, che ricondussero in Italia il Vescovo Eleuterio, processato come cristiano. Seguirono gli interrogatori, le minacce, le torture, l’esposizione alle belve del Circo, e finalmente la morte di spada, di Eleuterio prima, della madre Anzia subito dopo. Dove la passione dei due Martiri si sia effettivamente svolta, non si sa. Si sono infatti intrecciate numerosissime leggende, tutte ambientate in località diverse: a Roma, in Puglia, a Messina, altre addirittura in Oriente. Il fatto sicuro è che Messina fu, nei secoli successivi, il centro che testimonia l’estensione del culto, e la popolarità del Martire.